FURIO ALLORI



FURIO ALLORI http://www.furioallori.altervista.org/
furioallori@gmail.com
0586 407258

Pittore, scultore, docente di lettere, è anche scrittore e poeta ed ha pubblicato vari libri.
Dal 1964 espone in mostre personali e rassegne, ottenendo riconoscimenti.
E' socialmente impegnato nel dare messaggi pacifisti, ambientalisti e antimilitaristi.

Grazie anche all’avvento della fotografia, che ha liberato gli artisti dalla necessità di produrre ritrattistica obbligata, vi è stata un’evoluzione sempre più rapida della pittura e della scultura.
In particolare la scultura è giunta a creazioni sempre più libere, senza più alcun limite di materia e contenuti, allontanandosi dalla scultura scolpita, quella etimologicamente più vera ed effettiva, legata alla scultoreità pura: scolpita, fusa, modellata nelle tre dimensioni, partendo da materiale grezzo. E continuare a produrre così non è certo un astorico tradizionalista rimpianto per il passato perduto bensì partenza dal meglio che ci ha preceduto per procedere oltre.

FURIO ALLORI FURIO ALLORI FURIO ALLORI FURIO ALLORI

E’ così bello vedere e sentire la forma che si libera dalla materia informe, non vergognandosi di usare ancora scalpelli e mazzolo.
Eppure gran parte degli scultori attuali evitano di scolpire, assemblando e utilizzando le più varie materie e metalli: dalla plastica riciclata a rottami di vario genere; il tutto per ottenere arte minimale, povera, concettuale… Altre presunte sculture sono invece sfociate in altri campi: le performances che utilizzano esseri viventi e le installazioni che usano materiale inorganico. Si è tuttavia creato spesso un ibrido nella fusione fra di esse; unione che non ha ancora un vero e proprio nome. Va però detto che tali nuove espressioni artistiche (performances e installazioni) non sono scultura ,bensì una forma d’arte che utilizza tutte le altre, come è accaduto per il teatro ed il cinema. Certo, vi possono essere comprese anche la scultura vera e propria: quest’anno, infatti, al mio box ho proposto un’installazione di sculture scolpite, come già feci lo scorso anno.

“Sculture che racchiudono la poesia dell’autore nel rapporto uomo-libertà… che nasce dall’interno, levigato messaggero di storia. Furio Allori fissa in un’onda perenne i contorni di un mondo che ha la voce armoniosa di un’anima che si libra oltre i pesi della materia verso una realtà fantastica, verso verità che esulano dal comune sentire…”.

Giorgio Falossi

 
© 2017 Associazione Culturale Arte a Livorno... e oltre confine