NEWS / EVENTI



Approdo al Futuro

pubblicata lunedì 1 luglio 2013
Approdo al Futuro Dal 29 giugno al 20 luglio
Un evento a cura di Francesca Baboni e Stefano Taddei

Palazzo Orlando, prestigioso edificio livornese risalente alla seconda metà dell’Ottocento ora restaurato e adibito a nuovi utilizzi, apre per la prima volta le porte all'arte contemporanea con l'esposizione collettiva dal titolo “Approdo al futuro” . La mostra a cura di Francesca Baboni e Stefano Taddei resa disponibile grazie alla disponibilità della Porta Medicea s.r.l rientra nel progetto START Livorno, prima edizione della kermesse che raccoglie, con la compartecipazione del Comune di Livorno, le gallerie cittadine più attive e propositive nel campo dell'arte contemporanea. Approdo al futuro è la prima tappa di un progetto, organizzato dall' Associazione culturale Blob ART, che si propone di portare i linguaggi dell' arte contemporanea anche in luoghi non convenzionali trasformando un luogo di lavoro in un spazio espositivo.

L'esposizione sarà ospitata per un mese all'interno del prestigioso edificio dell'Ottocento incastonato fra Piazza Mazzini e il mare, recentemente ristrutturato all'interno del progetto di riqualificazione dell'antico porto mediceo. Collocato proprio all'ingresso dell'area interessata, ospita su tre piani uffici dalle rifiniture pregiate e con una posizione strategica sulla città. L'attenzione al recupero strutturale, volto ad armonizzare gli eleganti segni del passato con la funzionalità dei moderni spazi di lavoro, ne fa l'edificio simbolo di un complesso architettonico d'eccellenza. Il tutto in coerenza con il nuovo ruolo che avrà Porta a Mare, diventando così parte integrante dell’intera città.

Per l’occasione sette artisti sia italiani che stranieri, suddivisi per le cinque stanze del Palazzo, presentano lavori inediti riguardante la tematica del rapporto tra passato e futuro prossimo. Attraverso l'uso della pittura, l'illustrazione della fotografia, del video, ogni artista invitato rielabora la concezione di tempo in ordine spaziale e temporale.

I livornesi Fabrizio del Moro e Isabella Staino, pittori e illustratori, propongono una singolare visione del passato e di un futuro non così improbabile. Il lavoro di Fabrizio del Moro presenta disegni a china di piccolissime e grandi dimensioni eseguiti su supporto sintetico e resina che rimandano alla sopravvivenza in un mondo apocalittico post-industriale e cyber punk tra il tecnologico e il neolitico, che presenta nuove possibilità evolutive e nuovi stili abitativi. Isabella Staino al contrario si riallaccia al passato degli ex voto con piccole opere oniriche ad olio, acrilico e cera su carta e tavolette di legno, visioni di altri tempi rese immortali dal disegno.

Anche Giuseppe Donnaloia (vincitore del Premio Combat Prize 2011) affronta la sua idea di futuro con visioni quasi oniriche, marine che si sfilacciano ai limiti del figurativo, mentre Marco Salvetti (vincitore della borsa di studio under 35 Premio Combat Prize 2010 con residenza a Berlino) propone opere anti-narrative di difficile decifrazione che sovrappongono realtà reali a realtà virtuali attraverso il medium pittorico, con distorsioni e ricomponimenti.

Passando alla fotografia e al video, Pietro Iori (finalista Premio Combat Prize 2010 e 2012) immagina una “Megalopoli” del futuro, composta da una serie di multipli incisi e un video, come città moltiplicata che si autoalimenta e autocostruisce su se stessa, Francesca Cirilli (vincitrice della borsa di studio under 35 Premio Combat Prize 2012 con residenza a Berlino) espone “As a fallen apartment building”, gli scatti realizzati durante la residenza berlinese tra gli abitanti dei Wagenburg del quartiere di Kreuzberg, insediamenti informali che reclamano la possibilità di vivere in uno spazio pubblico, mentre Bo Christian Larsson (vincitore Premio Combat Prize 2012) racconta con tre video e stills del difficile rapporto tra uomo, natura e tecnologia, servendosi dell'immaginario cupo e straniante della mitologia nordica.

 



Altre news / eventi


GUIDO GUIDI - Castello Pasquini - Castiglioncello GUIDO GUIDI - Castello Pasquini - Castiglioncello pubblicata giovedì 12 aprile 2018 "Il pittore che riscopri l'antico per mezzo di una poetica affabulazione", questo il titolo dell'importante mostra dedicata alla figura artistica di Guido Guidi nel ventennale dalla scomparsa.
La mostra , che vede il patrocinio del Comune [...]
>>>


 
Shizen In armonia con la natura Shizen In armonia con la natura pubblicata lunedì 12 marzo 2018
Deborah Ciolli – Miho Ikeda

Dal 10 al 24 marzo 2018 presso la Galleria d’Arte Athena di Livorno si terrà una mostra che metterà a confronto le personalità di due artiste contemporanee: Deborah Ciolli e Miho Ikeda.
In questa [...]
>>>


 
Foto d'autore al “Capolinea” Foto d'autore al “Capolinea” pubblicata martedì 20 febbraio 2018 Palazzo Orlando (via G. D'Alesio 6)
Foto d'autore al “Capolinea”

Una esposizione frutto del laboratorio tematico promosso dal Laborario LAB Di Cult 007 FIAF
Il capolinea non è solo un punto di arrivo, ma anche un momento di [...]
>>>


 
Omaggio al tenore Galliano Masini” Omaggio al tenore Galliano Masini” pubblicata martedì 20 febbraio 2018 Fondazione Teatro Goldoni
Il patrimonio artistico si arricchisce di due ulteriori donazioni: un dipinto di Dino Pelagatti ed una scultura di Umberto Bartoli
La consegna ufficiale delle opere mercoledì 21 febbraio ore 17 sala de Bernart
[...]
>>>


 
PIERO GILARDI La tempesta perfetta PIERO GILARDI La tempesta perfetta pubblicata lunedì 19 febbraio 2018 17 febbraio · 15 aprile 2018

Sabato 17 febbraio alle ore 18, alla presenza dell'artista, la Galleria Giraldi si è inaugurata a Livorno in piazza della Repubblica n.59, La tempesta perfetta, una mostra personale di Piero Gilardi, con [...]
>>>




Altre news / eventi »»


 
© 2018 Associazione Culturale Arte a Livorno... e oltre confine