NEWS / EVENTI



Mostra di natale

pubblicata sabato 14 dicembre 2013
Mostra di natale La Galleria STUDIO D'ARTE DELL'OTTOCENTO sabato 14 dicembre alle ore 17.00 inaugura la MOSTRA DI NATALE che comprende una selezione di una sessantina di opere. La mostra prende il suo avvio dalla storica "macchia" rappresentata da Giovanni Fattori, Silvestro Lega e Vincenzo Cabianca. L'esposizione prosegue con una interessante galleria di ritratti che documentano l'evoluzione di questo genere artistico nel corso di mezzo secolo (1880-1930).
Angiolo Tommasi - A Laura BiondiE' magistralmente modulato sui bianchi, il bel dipinto di declinazione naturalista eseguito con tocco sapiente da Angiolo Tommasi a Laura Biondi, moglie di Riccardo Mazzola, professore di matematica all'Accademia Navale, e figlia dell'avvocato livornese Valerio Biondi. Patriota e combattente della guerra del '59, Biondi era amico di Diego Martelli e degli artisti che frequentavano la tenuta di Castiglioncello (è nota una asciutta, essenziale tavoletta di Giovanni Fattori che ritrae Valerio Biondi nel 1875). Valerio Biondi era anche amico di Angiolo Tommasi, la cui figlia Ida andò in moglie al figlio dell'avv. Barilaro, socio di studio del Biondi.
La giovane donna dal volto malizioso e dall'eleganza à la page è ritratta con flessioni impressioniste da Leonetto Cappiello appena giunto a Parigi (1898), ospite del fratello per una breve visita che si trasformerà in permanenza duratura.

Leonetto CappielloNella capitale francese, che lo accoglierà per la vita, elargendogli successo ed onori, Cappiello intraprenderà la sua brillante carriera Leonetto Cappiellodi cartellonista di fama internazionale. In occasione di questa mostra sono esposti due grandi manifesti, usciti dal suo prorompente e sagace pennello (Cognac Pellisson del 1907 e Veuve Amiot - Cremant du Roi del 1922).

Carlo ChecchiEnigmatico il ritratto dal titolo Melencolia, eseguito da Carlo Cecchi (Firenze 1890 - Asolo 1943), da identificare forse con il dipinto Il giovane poeta presentato alla Primaverile fiorentina del 1922. Dietro l'intenso, magnetico volto del giovane uomo dai bei lineamenti campeggia la nota, alchemica incisione 'Melencolia I' (1514) di AlbrechtDürer, dal contenuto ermetico ed esoterico, sul quale a lungo hanno dibattuto gli studiosi del geniale artista rinascimentale ("... e tuttavia si rimane affascinati anche guardandola con occhio 'profano' perché quell'immagine ci racconta i sentieri dell'uomo che, impegnato nella ricerca di sé, non può sottrarsi allo scavo interiore..." Claudio Lenzi).

Llewelyn-Lloyd-Gwendolen-studiaLlewelyn Lloyd ritrae la figlia ancora bambina in Gwendolen studia (o Ore di studio), vigoroso brano pittorico dalla materia smaltata, realizzato con pennellate solide e compatte che attestano l'adesione dell'artista al linguaggio sintetico del Novecento, affermato con potenza da Felice Casorati nella pensosa, remissiva immobilità della Fanciulla seduta dagli occhi immensi come la pena che racchiude in seno (1933).

Lorenzo Viani Accanto alla tormentata sofferenza della Donna col cappello di paglia, ritratto dal ruvido idioma espressionista, è esposta una geniale, inconsueta Composizione futurista, grande tempera e collage realizzata con i più svariati materiali cartacei da Lorenzo Vianialla fine degli anni Venti.
Numerose le opere di artisti che hanno operato nella prima metà del Novecento: i livornesi Silvio Bicchi presente con tre gustosi pastelli, Ulvi Liegi con Borgo in Valsugana, Plinio Nomellini con Capri, poi i viareggini Moses Levy presente con una rara, vigorosa natura morta ripresa dall'alto e due splendide marine degli anni Venti, ColacicchiGalileo Chini con un suggestivo paesaggio invernale. NomelliniGiovanni Colacicchi con il suo realismo magico (La casa dell'americano), Arturo Checchi con la sua baldanzosa banda musicale e lo straordinario paesaggio del 1928 Moses Levydedicato al padre da Ferruccio Ferrazzi. Sono infine presenti diversi Natali di bel periodo: dall'avvincente Venezia notturna, al colorato Porto di Livorno, al rarissimo, arioso dipinto eseguito nel 1903 che rappresenta la Costa del Boccale. E ancora cinque sintetici paesaggi che documentano una inedita attività di Renato Natali: Renato Nataliquando l'artista forniva alla S.E.C.I. (Società Elettrotecnica Chimica Italiana) motivi decorativi dipinti su finissima tela che venivano Ferruccioutilizzati per coprire l'altoparlante dei radiofonografi di lusso ideati dalla ditta milanese negli anni Trenta. Questi cinque paesaggi sono stati fino ad oggi conservati dalla famiglia dei proprietari della S.E.C.I., che erano di origine livornese, ciò che giustifica il rapporto intercorso tra la ditta milanese e Renato Natali.
 



Altre news / eventi


Mostra collettiva Galleria Chiellini Mostra collettiva Galleria Chiellini pubblicata lunedì 20 novembre 2017 Dal 2 dicembre 2017 ( inagurazione ore 16.30) la Galleria Chiellini in via C.Battisti 52 a Livorno presenterà la Mostra Collettiva con esposizione di opere di artisti labronici.
La mostra sarà visitabile fino al 30 dicembre 2017
>>>


 
La pittura a Livorno nel Novecento La pittura a Livorno nel Novecento pubblicata lunedì 20 novembre 2017 Mario Borgiotti . Omaggio a quarant'anni dalla scomparsa (1977-2017)
Dal 2 dicembre al 20 gennaio 2018 alla Galleria Athena di Livorno in via di Franco 17/19
>>>


 
X Canto dell'Inferno alla Galleria Le Stanze X Canto dell'Inferno alla Galleria Le Stanze pubblicata venerdì 17 novembre 2017 Sabato 18 novembre 17.30
X Canto dell'Inferno
Farinata degli Uberti


Parlare della Commedia di Dante Alighieri è un po’ come indagare intorno all’origine, alla fonte stessa della nostra cultura, non solo italiana ma di tutto [...]
>>>


 
A Villa Trossi spazio al Fumetto e all’Animazione A Villa Trossi spazio al Fumetto e all’Animazione pubblicata venerdì 17 novembre 2017 Sabato 18 novembre (ore 18.30)

A Villa Trossi spazio al Fumetto e all’Animazione

I trucchi del mestiere svelati da Marco Bigliazzi, Daniele Caluri e Alberto Pagliaro


Livorno, 16 novembre 2017 - Sabato 18 novembre [...]
>>>


 
22° Concorso di pittura 22° Concorso di pittura pubblicata venerdì 17 novembre 2017 L'Associazione turistica Pro Loco Marina di Castagneto-Donoratico organizza dal 24 dicembre 2017 al 3 gennaio 2018 il 22° Concorso di Pittura .
Numerosi i premi in denaro a favore dei vincitori .
Premiazioni mercoledì 3 gennaio 2018 ore 15.00
>>>




Altre news / eventi »»


 
© 2017 Associazione Culturale Arte a Livorno... e oltre confine