NEWS / EVENTI



Objects alla Galleria Guastalla Centro Arte

pubblicata mercoledì 19 novembre 2014
Objects alla Galleria Guastalla Centro Arte OGGETTO: OBJECTS - Arman, Bernard Aubertin, Enrico Baj, Bruno Ceccobelli, Giuseppe Chiari, Tano Festa, Piero Gilardi, Jiri Kolar, Elio Marchegiani, Umberto Mariani, Hermann Nitsch, Michelangelo Pistoletto, Ben Vautier
LUOGO: GUASTALLA CENTRO ARTE
INDIRIZZO: Via Roma, 45 – 57126 LIVORNO
TELEFONO: 0586 808518   FAX: 0586 813514
E-MAIL: info@guastallacentroarte.com
SITO INTERNET: www.guastallacentroarte.com
FACEBOOK: guastalla centro arte
DATA:  29 novembre 2014 – 18 gennaio 2015
INAUGURAZIONE: inaugurazione e cocktail sabato 29 novembre h 18
CATALOGO:  Un pieghevole dove sono riprodotte molte delle opere in mostra, è disponibile in galleria ed è visibile on line sul ns. sito internet.
ORARI: lunedì/sabato 10,00 – 13,00 / 16,30 – 20,00 mese di gennaio chiuso il sabato pomeriggio

Alla galleria Guastalla Centro Arte si apre una mostra dal titolo Objects dedicata al confronto fra artisti nelle cui opere compaiono oggetti di uso quotidiano interpretati ed utilizzati oltre la propria natura. L’oggetto, estrapolato dal contesto per cui è nato può assumere molti significati diversi entrando nella creazione dell’opera d’arte e diventando soggetto esso stesso. In tal senso vediamo come, se Duchamp con il ready-made e i surrealisti con l'idea dell'Object trouvè sono stati i primi a dare il via all'ingresso di oggetti comuni nel contesto artistico, a sviluppare questo tipo di approccio sono, a partire dagli anni '60, soprattutto gli artisti cosiddetti nouveaux-realistes che, sotto la guida del critico d'arte Pierre Restany cercano, pur nella diversità che contraddistingue le singole personalità, di scovare nella realtà fatta di oggetti di vario genere, una dimensione affascinante, poetica, ironica. Il lavoro di Arman, Baj, Aubertin, dei quali alcune opere sono in mostra, si sviluppa in questo senso. Nello stesso periodo nasce anche il movimento Fluxus, al quale aderisce il francese Ben Vautier, e di cui il fiorentino Giuseppe Chiari è l'unico esponente italiano di rilievo. Anche gli artisti della pop art, che si sviluppa in Europa e in Usa negli anni '60, fanno ampio uso di oggetti provenienti dal mondo della cultura di massa in termini di valorizzazione ed esaltazione: in ambito pop anche in Italia Tano Festa, Piero Gilardi, Michelangelo Pistoletto, presenti in mostra, fanno largo uso di oggetti o comunque di materiali nuovi ed insoliti per il contesto artistico. Singoli autori interpretano poi in forma personale questo tema come Bruno Ceccobelli il cui linguaggio simbolico si esprime attraverso collage di oggetti della più disparata provenienza. L'assemblaggio di object trouvè è centrale anche nel lavoro di Elio Marchegiani e diventa lo spunto per riflessioni che sfociano in una sottile ironia. Umberto Mariani utilizza dei tendaggi ricreati in piombo per celare qualcosa che sta dietro, o comunque per dare risalto al panneggio inteso come elemento importante del linguaggio artistico. E ancora Hermann Nitsch espone abiti che rimandano alle sue performances dissacratorie; in Jiri Kolar, invece, collage, oggetti e poesia si uniscono a dar vita a una poetica molto personale. Saranno in mostra circa 20 opere di: Arman, Bernard Aubertin, Enrico Baj, Bruno Ceccobelli, Giuseppe Chiari, Tano Festa, Piero Gilardi, Jiri Kolar, Elio Marchegiani, Umberto Mariani, Hermann Nitsch, Michelangelo Pistoletto, Ben Vautier.
 



Altre news / eventi


Il Gruppo Labronico in esposizione al Calambrone Il Gruppo Labronico in esposizione al Calambrone pubblicata venerdì 16 giugno 2017 Dal 17 giugno al 17 settembre 2017 all'interno dell'Eliopoli Shop Center al Calambrone (Tirrenia) si svolgerà l'art expo del Gruppo Labronico.
In permanenza opere dei soci.
Orario 19.00-23.00
>>>


 
"Livorno a fuoco. Giovani artisti per un murale" pubblicata venerdì 16 giugno 2017 Andrea Montagnani e Cosimo Grandoli sono gli artisti che hanno ricevuto il premio riservato al vincitore del concorso nazionale "LIVORNO A FUOCO. GIOVANI ARTISTI PER UN MURALE".
Gianfranco Magonzi, Presidente della Fondazione d'Arte Trossi-Uberti [...]
>>>


 
Angelo Sirio Pellegrini da Amato Angelo Sirio Pellegrini da Amato pubblicata giovedì 15 giugno 2017 Il Circolo Culturale d'arte Antonio Amato ha il piacere di presentare dal 17 giugno al 1° Luglio 2017, la mostra omaggio alla figura artistica del compianto Angelo Sirio Pellegrini dal titolo "L'idioma ironico di un fauve strapaesano".
L'esposizione [...]
>>>


 
“Bookcrossing Zone”: scaffali di libri sugli alberi di Villa Fabbricotti “Bookcrossing Zone”: scaffali di libri sugli alberi di Villa Fabbricotti pubblicata giovedì 15 giugno 2017

Inaugurazione sabato 17 giugno ore 12


“Bookcrossing Zone”: scaffali di libri sugli alberi di Villa Fabbricotti


Iniziativa curata da Itinera in collaborazione con Rotaract e “Chioschino”


Sabato [...]
>>>


 
A Livorno Cacciucco Pride 2017 A Livorno Cacciucco Pride 2017 pubblicata giovedì 15 giugno 2017 Il 16,17 e 18 giugno

A Livorno Cacciucco Pride 2017

Torna per il secondo anno il Festival dedicato al famoso piatto della cucina livornese. Un programma ricco di appuntamenti tra degustazioni, laboratori, gare gastronomiche

Livorno [...]
>>>


 
 Estate a Villa Trossi Estate a Villa Trossi pubblicata giovedì 15 giugno 2017
Terza edizione

Estate a Villa Trossi

Dal 25 giugno al primo settembre un ricco cartellone di spettacoli ed eventi culturali

È pronta al via la nuova edizione di Estate a Villa Trossi. La rassegna, nata in collaborazione [...]
>>>




Altre news / eventi »»


 
© 2017 Associazione Culturale Arte a Livorno... e oltre confine