NEWS / EVENTI



ARS in Fabula - alla Biblioteca Labronica di Livorno

pubblicata giovedì 12 febbraio 2015
ARS in Fabula -  alla Biblioteca Labronica di Livorno Una collettiva di 13 artisti a villa Fabbricotti

Mostra “Ars in Fabula – Pagine d'arte:letteratura e libri nell'arte contemporanea”
Alla biblioteca Labronica dal 24 gennaio al 21 febbraio (vernissage il 24 alle 18)


Inaugurata Sabato 24 gennaio alla Biblioteca Labronica F. D. Guerrazzi di Villa Fabbricotti la mostra “Ars in Fabula – Pagine d'arte: letteratura e libri nell'arte contemporanea”. Si tratta di una collettiva di 13 artisti riuniti per festeggiare un anniversario importante: i primi cinque anni di attività di promozione esterna della biblioteca, volta a valorizzare e dare visibilità alle proprie sedi e al patrimonio in esse conservato.
La mostra sarà visitabile dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 19.20 e il sabato dalle 8.30 alle 13.20 fino al 21 febbraio. Ingresso gratuito.

Hanno accolto l'invito Domenico Aquilino, Stefano Pilato, Yonel Hidalgo, Diego Bisso, Paolo Ciriello, Francesco Baronti, già presenti con le loro precedenti personali, e Valentina Restivo, Libertà, Giorgia Madiai, Valerio Michelucci, Enrico Bertelli, Isabella Staino, Angelo Foschini e Lavinia Iacomelli, insieme per interpretare il connubio tra arte e letteratura attraverso un allestimento di 26 opere – due per ciascuno – tra dipinti, disegni, fotografie ed installazioni dislocati nelle stanze e nel ballatoio del primo piano della villa.
Il punto di partenza sono i classici antichi come la Bibbia (Bisso) o la rivisitazione satirica che Mark Twain fa di un passo di essa (Madiai), le pubblicazioni ottocentesche fantastiche, avventurose e romantiche di Verne (Baronti), Melville (Pilato) e Byron (Libertà), classici contemporanei come Gomorra (Foschini-Iacomelli) e alcuni tra i più interessanti esempi di saggistica e narrativa novecentesca italiana e internazionale: la critica di Ardengo Soffici (Michelucci) e il dizionario universale illustrato compilato da Cesario Testa (Hidalgo), il monologo nichilista di Thomas Bernhard (Bertelli), lo sperimentalismo di ispirazione beat di William Burroughs (Restivo), l'orientamento storico religioso di Ernesto De Martino (Aquilino), l'indagine sulle avanguardie musicali di Alex Ross (Ciriello), il racconto onirico, infine, di Antonio Tabucchi (Staino).

L'ars in fabula da diritto all'uso di schemi diversi. Una libera interpretazione del pensiero e del tempo, argomentata abilmente per un fine comune: raccontare una storia e divulgarla agli altri. E' questo il fine che l'Amministrazione comunale, in collaborazione con la Coop. Itinera, si è posto infatti da qualche anno, fare della biblioteca non soltanto un luogo di conservazione e di studio, ma uno spazio culturale a 360 gradi, dove differenti linguaggi si incontrano e si integrano per tradursi in un riassunto concettuale e artistico completo.
La questione dei libri questa volta è centrale. Libri chiusi, socchiusi o aperti ci riconducono all'incipit dell'opera, una legenda necessaria per informarci sull'azione svolta. Un dipinto ad olio, una fotografia, una scultura lignea, un'installazione, nei quali il testo è riconoscibile oppure no. Forme espressive distanti come le età generazionali degli artisti stessi e insieme unite in un percorso comune che è l'arte, dove l'illustrazione figurativa si incontra, o si scontra, con l'astratto, dove gli oggetti recuperati diventano finestre sul mondo reale o fantastico, dove la tela si trasforma in telaio o dove lo scatto con l'obiettivo nasce dall'incontro con la musica. E diventa un mondo magico o un'attesa. O si fa altre volte quadro.
Linguaggi e immagini, dunque, del nostro tempo e non solo.
Un cerchio in continua evoluzione per il quale è auspicabile un futuro in crescita capace di educarci al nuovo, all'altro, al diverso.

La mostra sarà visitabile dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 19.20 e il sabato dalle 8.30 alle 13.20 fino al 21 febbraio. Ingresso gratuito.
Per ulteriori informazioni:
Biblioteca Labronica 0586-824511,
www.comune.livorno.it

 



Altre news / eventi


Maria Lassnig WOMAN POWER Maria Lassnig WOMAN POWER pubblicata giovedì 23 marzo 2017 Curata da Wolfang Drechsler, la mostra presenta le opere di Maria Lassnig (1919–2014), tra le artiste più significative della seconda metà del XX secolo, precorritrice dell’universo femminista nell’ambito delle arti figurative. Le opere esposte [...]
>>>


 
BRUNO SECCHI - Ritmi espansi BRUNO SECCHI - Ritmi espansi pubblicata giovedì 9 marzo 2017 Galleria d’Arte Athena
Livorno - Via di Franco 17/19 (angolo Via Cairoli)
Tel. e Fax 0586 897096
ha il piacere di presentare

Bruno Secchi
Ritmi espansi

11-25 marzo 2017
inaugurazione sabato 11 marzo [...]
>>>


 
Concorso: giovani artisti per un murale Concorso: giovani artisti per un murale pubblicata martedì 7 marzo 2017 C'è ancora una settimana di tempo per iscriversi gratuitamente al concorso “Livorno a fuoco. Giovani artisti per un murale” lanciato dal Rotary Club Livorno e dalla Fondazione d’Arte Trossi-Uberti con la collaborazione del Comune di Livorno.
Rivolto [...]
>>>


 
"Mondi possibili" di Riccardo Ruberti pubblicata lunedì 6 marzo 2017 Sabato 11 Marzo 2017, alle ore 17.30 nei prestigiosi spazi della Biblioteca Labronica F.D. Guerrazzi di Livorno sarà inaugurata "Mondi possibili", personale dell'artista Riccardo Ruberti.
La mostra, curata da Nicola Micieli è patrocinata [...]
>>>


 
MARTIN  BRADLEY   opere 1955/1996      MARTIN BRADLEY opere 1955/1996 pubblicata sabato 4 marzo 2017 Mostra n. 391

Inaugurazione: Sabato 11 Marzo 2017 ore 18,00

Periodo: dal 11 Marzo al 7 Aprile 2017

Sede mostra: Galleria Peccolo, piazza Repubblica 12 [...]
>>>


 
Al via la Collettiva Ro-Art Al via la Collettiva Ro-Art pubblicata sabato 4 marzo 2017 Inaugurazione sabato 4 marzo (ore 17)

Bottega del Caffè

In collaborazione con il Comune di Livorno, sabato 4 marzo (ore 17) si svolgerà l'inaugurazione della Collettiva Ro-Art alla Bottega del Caffè (viale Caprera) una mostra [...]
>>>




Altre news / eventi »»


 
© 2017 Associazione Culturale Arte a Livorno... e oltre confine