NEWS / EVENTI



Davide Mancini Zanchi a Livorno

pubblicata martedì 17 maggio 2016
Davide Mancini Zanchi a Livorno Le modernissime opere “Senza titolo per” di Davide Mancini Zanchi entrano con veemenza nel Museo “G.Fattori” di Livorno.

Tra i quadri ottocenteschi e primi novecento della collezione permanente di Villa Mimbelli, dal 21 maggio (inaugurazione alle ore 17.00) al 9 giugno, saranno inseriti pitture e sculture del giovane artista marchigiano: opere che associano, a delle superfici monocrome dipinte dall’artista, dei prodotti industriali, dove pittura e oggetto si integrano perfettamente, facendosi vicendevolmente da supporto. Opere, anche, che invitano lo spettatore a un’interazione: una lampada abbronzante che obbliga lo spettatore a chiudere gli occhi, un poggiatesta che costringe a voltarsi, una borraccia spinge a una pausa.

La personale, che sarà allestita nella sala Ulvi Liegi (il fauve livornese), anticipa il Premio Combat (in programma ai Granai di Villa Mimbelli dal 25 giugno al 16 luglio) e si inserisce a pieno titolo nel percorso “Fattori contemporaneo” portato avanti dall’assessorato alla Cultura del Comune di Livorno per mostrare il volto sempre rinnovato del Museo civico “G.Fattori” attraverso una contaminazione continua tra antico e moderno.

La mostra di Zanchi nasce dalla partecipazione del Museo livornese a “Level 0”, progetto collaterale di ArtVerona, che chiede ai maggiori musei d’arte contemporanea italiani di selezionare un artista e di promuoverlo all’interno della propria programmazione con un talk e/o una mostra.

L’artista selezionato è stato scelto tra i partecipanti delle sei edizioni del Premio Combat, così da portare avanti la sua ricerca artistica e dare continuità al confronto con lui aperto durante la sua partecipazione alla manifestazione.

La mostra di Davide Mancini Zanchi sarà visitabile negli orari di apertura del Museo Civico “G.Fattori”: dal martedì alla domenica dalle 10 alle 13 e dalle 16 alle 19. Biglietto (comprensivo anche della visita al Museo e alla mostra temporanea allestita fino al 5 giugno ai Granai di Villa Mimbelli “Kemp-Madiai-Baronti”): 6 euro, ridotto 4 euro. Info:Museo civico “G.Fattori”, via San Jacopo in Acquaviva 65, tel.0586-808001.


 

  foto1.jpg




Altre news / eventi


Natale con i pittori livornesi Natale con i pittori livornesi pubblicata lunedì 17 dicembre 2018 Sarà visitabile fino al 23 dicembre, la mostra organizzata e curata da Salvatore Loiacono che vede in esposizione i pittori dell'Associazione Culturale Toscana Arte Giovanni March.
Una serie di dipinti realizzati per le festività natalizie [...]
>>>


 
L'opera di Massimo Lomi per Vizzoni L'opera di Massimo Lomi per Vizzoni pubblicata lunedì 17 dicembre 2018 Mercoledì 12 dicembre nel reparto di Pediatria dell'Ospedale di Livorno è stata collocata un opera del pittore livornese Massimo Lomi in ricordo del compianto Prof. Luciano Vizzoni .
L'evento è stato realizzato grazie alla donazione messa [...]
>>>


 
I LOMI arte in famiglia I LOMI arte in famiglia pubblicata giovedì 29 novembre 2018 La Banca di Credito Cooperativo di Castagneto Carducci di Livorno è lieta di presentare da venerdì 30 novembre 2018 ( inaugurazione ore 17.30) presso la Sala di Rappresentanza ( via Rossini 2 - 1°piano - angolo via Cairoli ) la mostra I LOMI [...]
>>>


 
Quadreria 2018 Quadreria 2018 pubblicata domenica 25 novembre 2018 DAL 24 novembre 2017 al 13 gennaio 2018 consueto appuntamento alla Galleria Le Stanze di Livorno in via Roma 92/a .L'evento che vedrà in esposizione numerosi inediti , punta l'attenzione sui principali protagonisti della pittura labronica del [...]
>>>


 
Colori Labronici alla Galleria Chiellini Colori Labronici alla Galleria Chiellini pubblicata domenica 25 novembre 2018 Sarà inaugurata Sabato 1 dicembre 2018 ore 16.30 , alla Galleria Chiellni in via C.Battisti 52 a Livorno , la mostra natalizia "Colori Labronici".
In esposizione opere selezionate di artisti labronici come Lido Bettarini, Riccardo Chirici, [...]
>>>




Altre news / eventi »»


 
© 2019 Associazione Culturale Arte a Livorno... e oltre confine