NEWS / EVENTI



Buon compleanno Modì!

pubblicata venerdì 8 luglio 2016
Buon compleanno Modì! Martedì 12 luglio, ore 17.30, Sala degli Specchi di Villa Mimbelli
Buon compleanno Modì!
Una conferenza per ricordare la data di nascita del grande Maestro Amedeo Modigliani

Il maestro Amedeo Modigliani nacque a Livorno il 12 luglio 1884. E la sua città natale lo ricorderà con un evento che in programma per martedì 12 luglio nella Sala degli Specchi di Villa Mimbelli.
Il titolo dell’evento è “Modigliani un grande livornese da scoprire” e aprirà l’iniziativa l’assessore alla Cultura e al Turismo Francesco Belais. Seguiranno gli interventi dei critici d’arte Umberto Falchini e Carlo Pepi.
Nell’occasione saranno proiettate immagini di opere di Modì dai suoi esordi fino all’ultimo periodo. Inoltre verranno esposti nella Sala il dipinto ad olio “Stradina”, il ritratto a Sommati (entrambe le opere della collezione Museo Fattori) e il disegno “Donna seduta” (collezione Carlo Pepi).

Amedeo Modigliani - Pittore italiano (Livorno 1884 - Parigi 1920). Cruciale per la maturazione della sua pittura fu il suo trasferimento a Parigi: qui fu a contatto con i gruppi d'avanguardia (soprattutto con i fauves), risentendo in un primo momento specialmente dell'influenza di P. Picasso, H. de Toulouse-Lautrec e P. Cézanne. Con la rielaborazione di queste fonti perseguì l'unità dei ritmi lineari e coloristici nell'esplorazione della figura umana, unico e insistente tema della pittura di M., studiato in inquadrature ravvicinate e con taglio modernissimo (Nudo rosso, 1917).
VITA - Nel 1906 si stabilì a Parigi, dove fu a contatto dei gruppi d'avanguardia e specialmente dei fauves. Nel 1909 conobbe C. Brâncuşi, la cui amicizia fu molto importante anche per l'orientamento, pur se di breve durata, che M. ne ebbe verso la scultura e verso l'arte arcaica e l'arte negra. Nel 1918 cominciò ad aggravarsi lo stato tubercolotico che lo portò alla morte, due anni dopo, nell'ospedale della Charité di Parigi. La sua breve vita fu misera e tormentata; le sue opere, vendute per pochi soldi sotto l'assillo del bisogno, raggiunsero, dopo la sua morte, prezzi altissimi e furono molto ricercate da gallerie pubbliche e da collezionisti di Europa e d'America.
OPERE - I suoi primi quadri risentono dell'influenza di Picasso, di Toulouse-Lautrec. Nel 1908 espose agli Indépendants opere nettamente ispirate a Cézanne. Ma dello stesso anno è il Violoncellista, primo quadro in cui comincia ad esprimersi la sua personalità in maniera autonoma. Le sculture che espose agli Indépendants nel 1912, teste allungate dalla bellezza angolosa e secca, mostrano anche un allargamento delle sue esperienze verso l'arte arcaica e l'arte negra. Dal 1913, lasciata la scultura, si dedicò esclusivamente alla pittura, dipingendo ritratti e nudi. La sua prima mostra personale avvenne nel 1918 presso la Galleria Weil, ma i suoi quadri (tra i quali Nudo con collana di corallo, Nudo rosso) furono giudicati indecenti e di conseguenza fu ordinata la chiusura dell'esposizione. La sua ricerca stilistica ebbe di mira la perfetta unità di ritmi lineari e coloristici: il segno, estremamente sensibile, mira a trasfigurare l'immagine secondo una musicale sequenza di curve, il colore è intenso, smaltato, prezioso, una umanità profonda traspare dalla ricercata deformazione della figura (unico e insistente tema della pittura di M., studiato in inquadrature ravvicinate e con taglio modernissimo), dalla tensione delle linee, dai semplici e tuttavia audacissimi accordi del colore. Assai notevoli, per la purissima ritmica del segno, sono i suoi numerosi disegni. (Fonte Enciclopedia Treccani)

Per info: www.comune.livorno.it
museo fattori@comune.livorno.it – Tel. 0586/808001 824620
 



Altre news / eventi


Apre la collettiva “Silenzio Sommerso” Apre la collettiva “Silenzio Sommerso” pubblicata giovedì 14 dicembre 2017 Nella Sala degli Archi della Fortezza Nuova da venerdì 15 dicembre fino al 31 gennaio 2018
Apre la collettiva “Silenzio Sommerso”: gli scatti dei livornesi in ricordo della tragica alluvione
Oltre 300 fotografie da acquistare nella mostra [...]
>>>


 
ARTE A LIVORNO e oltre confine ARTE A LIVORNO e oltre confine pubblicata giovedì 14 dicembre 2017 Nuova uscita, con uno speciale natalizio, della rivista d’arte livornese “Arte a Livorno e oltre confine “.
La copertina è stata dedicata all’artista livornese Nilo Galliano Morelli con un ampio servizio critico a cura di Stefano Barbieri.
La [...]
>>>


 
Si inaugura la grande  Biblioteca dei Bottini dell’Olio Si inaugura la grande Biblioteca dei Bottini dell’Olio pubblicata giovedì 14 dicembre 2017 Sabato 16 dicembre (ore 17.30) in piazza del Luogo Pio
Si inaugura la grande Biblioteca dei Bottini dell’Olio
Il taglio del nastro tra danza, arte, performance teatrali e sonorità contemporanee

Un suggestivo videomapping [...]
>>>


 
Un grande dipinto di Gio Batta Lepori in dono alla città Un grande dipinto di Gio Batta Lepori in dono alla città pubblicata giovedì 7 dicembre 2017 Al Teatro Goldoni, lunedì 11 dicembre ore 17
Un grande dipinto di Gio Batta Lepori in dono alla città
Rimarrà esposto nella sala de Bernart del Teatro
In arrivo altre donazioni

E’ intitolato “Palio dell’800” il grande dipinto [...]
>>>


 
Ciclo di conferenze Incontro con l’arte. Ciclo di conferenze Incontro con l’arte. pubblicata mercoledì 6 dicembre 2017 Presso la Galleria d’Arte Athena di Livorno da sabato 9 dicembre inizia il ciclo di conferenze Incontro con l’arte.
Anche quest’anno all’interno della mostra La pittura a Livorno nel Novecento. Mario Borgiotti. Omaggio a quarant’anni dalla [...]
>>>


 
BIBLIOTECA COMUNALE LIVORNO BIBLIOTECA COMUNALE LIVORNO pubblicata mercoledì 6 dicembre 2017 Il 16 dicembre prossimo sarà inaugurata la Biblioteca Comunale del complesso Bottini dell’Olio destinato a Polo Culturale nel cuore storico della Venezia.
Circa 1900 metri lineari di libri sistemati a scaffale aperto, 140 posti di seduta, [...]
>>>




Altre news / eventi »»


 
© 2017 Associazione Culturale Arte a Livorno... e oltre confine